I Piloti Ferrari per la stagione 2021

    Charles Leclerc Vettura n° 16

Carlos Sainz Jr. Vettura n° 55

 

Charles Leclerc

Numero vettura 16

Nasce a Monaco (Francia) il 16 ottobre 1997

Leclerc fu amico d'infanzia di Jules Bianchi ed iniziò a correre con i kart sul tracciato di Brignoles, gestito dal padre dello stesso Bianchi. Come Jules, Leclerc si unì alla compagnia di management ARM, comandata da Nicolas Todt

Nato a Monaco, Leclerc iniziò la sua carriera nei kart nel 2005 e vinse il campionato PACA francese nello stesso anno, nel 2006 e nel 2008. Nel 2009 divenne campione cadetto francese, prima di spostarsi nella classe KF3 nel 2010, dove vinse la Junior Monaco Kart Cup. Continuò a correre in KF3 nel 2011, anno in cui vinse la coppa del mondo CIK-FIA KF3. il trofeo Academy CIK-FIA e i Master dell'ERDF Junior Kart. Negli anni, Leclerc divenne anche membro della compagnia ARM di Todt.

Leclerc passò alla categoria KF2 nel 2012 con l'ART Grand Prix e vinse il titolo WSK Euro Series oltre a chiudere al 2º posto nel campionato europeo CIK-FIA KF2 e nel campionato del mondo di Kart CIK-FIA Under 18

Il 2013 fu l'ultimo anno in cui Leclerc corse nel mondo del karting. Ottenne un 6º posto nel campionato europeo CIK-FIA KZ1 e un 2º posto nel campionato del mondo CIK-FIA KZ, dietro all'attuale pilota di Formula 1 della Red BullMax Verstappen

Formula Renault 2.0

Nel 2014, Leclerc passò alle monoposto, correndo nella Formula Renault 2.0 Alps per la squadra britannica Fortec Motorsports. Durante la stagione ottenne sette podi, tra i quali due vittorie, una delle quali a Monza, mentre l'altra arrivò nel round finale a Jerez, dove precedette il russo Matevos Isaakyan. Concluse il campionato al 2º posto, alle spalle di Nyck de Vries su Koiranen Leclerc partecipò anche all'Eurocup Formula Renault 2.0, di nuovo con la Fortec, come pilota ospite. Nelle sei gare che corse, concluse sul podio tre volte, tra le quali spiccano un 2º posto al Nürburgring seguito da un altro all'Hungaroring

Formula 3

Leclerc partecipò alla Formula 3 europea nel 2015, alla guida di una vettura della squadra olandese Van Amersfoort. Nel primo evento stagionale, tenutosi a Silverstone, Leclerc ottenne la pole position in gara-2 e gara-3 dopo che il poleman originario, Felix Rosenqvist, venne escluso per motivazioni tecniche. Vinse la sua prima gara nello stesso weekend, in gara-3, davanti ad Antonio Giovinazzi e Jake Dennis. La seconda vittoria arrivò nel weekend di gara successivo, a Hockenheim, nuovamente in gara-3, mentre nelle altre due gare ottenne due podi e tre vittorie tra i debuttanti. Leclerc vinse per la terza volta in gara-1 a Spa-Francorchamps, evento che lo vide prendere il comando del campionato. Ad ogni modo, Leclerc concluse la stagione al 4º posto, principalmente a causa dei danni al telaio avuti in seguito ad un incidente con Lance Stroll a Zandvoort. A novembre 2015, Leclerc chiuse al 2º posto il Gran Premio di Macao

Gp 3 Series

Nel dicembre 2015 Leclerc partecipò ai test poststagionali della GP3 con ART Grand Prix e Arden International. A febbraio 2016 Nyck de Vries confermò che Leclerc avrebbe corso nella stagione 2016 della GP3 e la ART Grand Prix lo ingaggiò la settimana successiva. Il 26 novembre, dopo Gara 1, si laurea campione della GP3 nonostante il suo ritiro durante la corsa.

Formula 2 La settimana successiva alla sua vittoria del titolo in GP3, fu confermato che Leclerc sarebbe salito in Formula 2 per la stagione 2017 con la scuderia Prema Racing, insieme al compagno Antonio Fuoco, anch'egli parte della Ferrari Driver Academy Leclerc domina la prima parte della stagione con 5 vittorie e 7 podi nelle prime 12 gare. Nei primi 7 appuntamenti della Formula 2 ottiene tutte e 7 le pole position, l'ultima però, ottenuta nel Gran Premio di Ungheria, gli viene tolta per una squalifica dovuta ad un'irregolarità di un elemento del differenziale sulla sua monoposto e viene assegnata al pilota Oliver Rowland alla guida della DAMS. Questo non permette al pilota della Prema Powerteam di eguagliare il record di pole consecutive nella categoria che condivide con Stoffel Vandoorne. Nell'appuntamento di Spa-Francorchamps ottiene la pole numero 7 sotto una tempesta d'acqua, e domina tutta la feature race con 36 secondi di vantaggio sul secondo classificato Oliver Rowland. Entrambi verranno però squalificati dalla direzione gara per un'irregolarità al fondo delle vetture. Nella gara sprint, costretto a partire dal fondo, il pilota monegasco esegue una rimonta fino al quinto posto. A Monza le cose non vanno per il verso giusto. Si qualifica solo settimo nella feature race e, mentre lotta per la prima posizione con Nyck De Vries, i due si scontrano (De Vries verrà penalizzato a fine corsa) e perdono il controllo delle loro vetture. Leclerc finirà la gara in 17ª posizione. Nella gara sprint Charles è costretto ancora a recuperare dal fondo, riuscendo a risalire fino alla nona posizione. Nel weekend del Gran Premio di Jerez Charles ottiene la pole numero 8 battendo il record di maggior numero di pole nella categoria detenuto da Stoffel Vandoorne. In Gara 1 Leclerc ha una buona partenza e mantiene la leadership della corsa. Nelle fasi finali entra in pista la Safety car per un contatto tra Matsushita e Ferrucci, questo permette a Oliver Rowland di tornare negli scarichi del monegasco e provare a tenere aperto il campionato infatti, a Leclerc basta finire a punti davanti a Rowland per vincere matematicamente il titolo di Formula 2. Leclerc resiste agli attacchi del pilota della DAMS e si porta a casa il titolo con 3 gare d'anticipo. In gara 2 parte 8°, per l'elevato degrado delle gomme lui e il compagno di squadra Antonio Fuoco sono costretti ad entrare ai box, Leclerc riesce a recuperare fino alla 4ª posizione ma sempre per l'elevato degrado, nell'ultimo giro, viene superato prima da Luca Ghiotto e poi dal compagno per poi essere beffato sul traguardo da Nyck De Vries. Finisce la gara in 7ª posizione. Nella gara successiva, ad Abu Dhabi, si qualifica soltanto sesto terminando la gara in seconda posizione dopo la squalifica di Oliver Rowland e Antonio Fuoco. In gara 2 parte quindi settimo. Dopo una grande rimonta coronata da un sorpasso magistrale all'ultimo giro, si aggiudica la sua settima gara della stagione eguagliando il record di vittorie in una stagione di Stoffel Vandoorne. Conclude il campionato in prima posizione con 282 punti.

Formula 1 Nel marzo 2016, Ferrari annunciò che Leclerc sarebbe stato uno dei due nuovi piloti inseriti nel Ferrari Driver Academy (di cui anche Bianchi faceva parte) e che sarebbe diventato collaudatore di Haas e della stessa Ferrari. Proprio nelle vesti di collaudatore, partecipa alla prima sessione di prove libere del Gran Premio di Gran Bretagna dello stesso anno guidando la monoposto della squadra statunitense. Il 9 maggio 2016 prova la Ferrari F14 T sul circuito di Fiorano: compie 300 chilometri, necessari per l'ottenimento della Superlicenza FIA. Ad agosto del 2017, Leclerc esegue la prima giornata di test a Budapest a bordo della "SF70H" con la Scuderia Ferrari ottenendo il miglior crono di giornata. Sempre nello stesso mese guida ancora una volta per la Ferrari nei test Pirelli 2018. Il 22 settembre 2017 viene ufficializzata la sua partecipazione a 4 sessioni di prove libere del campionato 2017 con la Sauber Il 29 settembre seguente svolge la prima sessione di prove sotto la pioggia nel Circuito di Sepang con il team Sauber e finisce la sessione in 16ª posizione, mettendosi alle spalle il compagno Pascal Wehrlein.

Anno 2018 Sauber Il 29 novembre partecipa al secondo giorno di test nel circuito di Abu Dhabi a bordo della monoposto della scuderia elvetica per ricavare dati sulle mescole Pirelli che saranno in uso nella stagione 2018. Il 2 dicembre dello stesso anno viene ufficializzato come uno dei due piloti titolari del team Sauber per il Campionato di F1 2018, accanto a Marcus Ericsson che viene riconfermato.Nella prima gara stagionale ottiene un 18º posto in qualifica e un 13º in gara, a 20 secondi dalla zona punti. Dopo alcuni weekend di gara difficili, in cui non riesce a mettersi particolarmente in luce, nel Gran Premio d'Azerbaigian 2018 conquista i suoi primi punti grazie ad un brillante sesto posto, che gli vale 8 punti in campionato. Nelle gare successive, con l'eccezione del Gran Premio di Monaco, ottiene diversi piazzamenti in zona punti; nel Gran Premio d'Austria, in particolare, si piazza 9º con Ericsson 10º, ottenendo un doppio piazzamento a punti per la Sauber, cosa che non succedeva dal Gran Premio di Cina 2015. Nella gara successiva, a Silverstone, è costretto al ritiro per una gomma mal fissata al pit stop mentre era ottavo. In Germania, dopo una buona qualifica, termina nelle retrovie, messo in difficoltà dalle condizioni meteo miste. Nel Gran Premio d'Ungheria è costretto al ritiro per un contatto avvenuto durante il primo giro. Si ritira nuovamente nel Gran Premio del Belgio, in cui rimane coinvolto in un incidente alla prima curva, e arriva undicesimo nel Gran Premio d'Italia a Monza. Nelle gare successive ottiene due piazzamenti a punti consecutivi: il nono posto al Gran Premio di Singapore e il settimo al Gran Premio di Russia, arrivando al traguardo dietro ai piloti dei tre top team. Nei due Gran Premi successivi, in Giappone e Stati Uniti, si ritira rispettivamente per un testacoda e per i danni subiti a seguito di un incidente con Grosjean, mentre nel Gran Premio del Messico e nel Gran Premio del Brasile giunge settimo al traguardo, permettendo alla Sauber di sorpassare la Toro Rosso e portarsi all'ottavo posto della classifica costruttori. Conclude la stagione 13° con 39 punti.

Il passaggio in Ferrari per la stagione 2019 Ottima stagione per il monegasco concludendo la stagione 4° con 264 davanti al compagno di squadra.

L'anno 2020 Confermato fino al 2024 vista la sua prima ottima stagione 2019. Stagione deludente quella del 2020 x la Ferrari non è mai entrata in gioco x il mondiale con entrambi i piloti. L'anno 2020 e anche l'ultima stagione del compagno di squadra Sebastian Vettel.

Anno 2021 Cambio compagno arriva lo spagnolo Carlos Sainz Jr. figlio d'arte del campione del rallismo mondiale Carlos Sainz. Non resta che augurargli buona fortuna.

Palmares di Charles Leclerc

Stagione 2014 Formula Renault 2.0 Classificato 2°

Stagione 2015 Formula 3 Europea Classificato 4°

Stagione 2016 Formula 1 Ferrari e Hass collaudatore. Campionato Gp3 Series Classificato 1°

Stagione 2017 Formula 1 Ferrari e Sauber collaudatore. Formula 2 Classificato 1°

Stagione 2018 Formula 1 Sauber Classificato 13°

Stagione 2019 Ferrari 4° punti 264

Stagione 2020 Ferrari 8° punti 98

Carlos Sainz Jr.

Carlos Sainz Vázquez de Castro, noto come Carlos Sainz Jr.

Numero vettura 55

Nasce a Madrid (Spagna) il 1° settembre 1994

In formula 1 dal 2015

2015 2016 Toro Rosso-2017 2018 Renault-2019 2020 McLaren

STAGIONE 2021 in FERRARI

Il 28 novembre 2014 è stato annunciato il suo ingaggio da parte della Scuderia Toro Rosso dove rimane fino alla fine della stagione 2017 per il campionato mondiale di Formula 1 2015. Al Gran Premio d'esordio in Australia Sainz si dimostra competitivo, ma a causa di problemi al pitstop termina la gara al 9º posto, ottenendo con tale piazzamento i primi punti iridati. In Malesia ottiene di meglio, chiudendo 8º. In Cina non guadagna alcun punto, né tantomeno in Bahrain dove si ritira per un guasto meccanico. In Spagna chiude 9º dopo aver raggiunto la quinta posizione in qualifica. A Monaco arriva decimo dopo essere partito dalla corsia box. Dal Canada a Monza non ottiene nessun punto, complice i tanti ritiri. A Singapore chiude nono, dietro al compagno di squadra Max Verstappen. In Giappone chiude decimo. Nel finale di stagione ottiene solo un piazzamento a punti, negli Stati Uniti, dove chiude in settima posizione. Conclude la stagione al 15º posto, con 18 punti conquistati.

Nel 2017 Sainz viene confermato dalla Toro Rosso, con la quale ottiene diversi piazzamenti a punti (per un totale di 48), tra cui un 4º posto a Singapore; il 7 ottobre viene annunciato il suo passaggio in Renault per gli ultimi quattro Gran Premi della stagione. Al suo primo Gran Premio con la scuderia francese, Sainz arriva subito a punti; è costretto invece al ritiro per problemi tecnici nella gara successiva. Chiude in nona posizione nel mondiale, con 54 punti.

Anno 2018 Renaut inizia positivamente per lo spagnolo, con il decimo posto in Australia. Dopo l'undicesimo posto in Bahrein, giunge costantemente a punti nelle prove successive, ottenendo un quinto posto nel Gran Premio d'Azerbaigian, ovvero il suo miglior piazzamento stagionale. Conclude la stagione con un discreto successo, che vale a Renault la quarta posizione nella classifica costruttori: tuttavia, già nella pausa estiva il pilota iberico, dopo essere stato costretto all'addio al termine dell'annata a causa dell'arrivo di Ricciardo in Renault, sigla un accordo con McLaren, dove sostituisce il ritirato Alonso.

Anno 2019 2020 McLaren Pur con alcuni risultati negativi nelle sue prime apparizioni con la nuova scuderia, il buon rendimento di Sainz consente alla McLaren di consolidare il quarto posto nella classifica costruttori della stagione 2019. Lo stesso pilota iberico culmina la propria annata con il suo primo podio in carriera (nonché il primo per la McLaren dal 2014), ovvero una terza posizione al Gran Premio del Brasile, complice una penalità inflitta a Lewis Hamilton. Anno 2020 Pur rispettando gli accordi con McLaren anche per la stagione 2020, inizialmente rinviata a causa della pandemia di COVID-19, il 14 maggio 2020 lo spagnolo sigla un contratto biennale con la Ferrari, valevole a partire dal 2021, in sostituzione di Vettel. L'ultima stagione nella scuderia britannica si apre con un convincente quinto posto nel Gran Premio d'Austria, miglior risultato in carriera dell'iberico su tale tracciato. Sempre nello stesso circuito, in occasione del seguente Gran Premio di Stiria, Sainz segna il suo primo giro più veloce in carriera, stabilendo peraltro il nuovo record di tempo su pista. Il 6 settembre 2020, Sainz conquista il suo primo secondo posto in carriera, nel rocambolesco Gran Premio d'Italia, riportando la McLaren sul podio di Monza dopo 8 anni dall'ultima volta

Palmares Carlos sainz Jr.

Stagione 2015 Formula 1 Toro Rosso 15°

Stagione 2016 Formula 1 Toro Rosso 12°

Stagione 2017 Formula 1 Toro Rosso 9°

Stagione 2018 Formula 1 Renault 10°

Stagione 2019 Formula 1 McLaren 6°

Stagione 2020 Formula 1 McLaren 6°

Stagione 2021 Ferrari ?

TORNA HOME TORNA A PILOTI CHE HANNO FATTO LA STORIA